Migliori congelatori a cassetti

Congelatore a cassetti, guida alla scelta

Il congelatore a cassetti è una soluzione perfetta per chiunque abbia bisogno di un freezer in grado di stipare una buona quantità di cibo ma soprattutto di organizzarlo al meglio. Infatti uno dei grandi punti di forza di un freezer a cassetti consiste nel vantaggio di consentire di riporre il cibo al suo interno in modo organizzato e efficiente.

Non solo, se gli sportelli del congelatore a cassetti sono anche trasparenti, questo permette di poter trovare velocemente il cibo e di tenere aperto lo sportello solamente il minimo indispensabile, evitando così dispendi energetici. Molti poi sono anche dotati di pratiche etichette che consentono una razionalizzazione del cibo ancora migliore.

Il grosso vantaggio del congelatore a cassetti quindi consiste nel fatto che esso consente di poter organizzare bene il cibo, secondo criteri razionali e compiuti.

Un prodotto simile risponde alle esigenze di chiunque voglia un congelatore verticale in grado di stipare buone quantità di cibo con una certa versatilità, gestione ottimale degli alimenti e della spesa.

La scelta di un freezer è quindi altamente soggettiva, a seconda delle proprie esigenze personali. Rispetto ad un congelatore a pozzetto, il congelatore a cassetti permette di poter razionalizzare meglio la conservazione della spesa grazie ai cassetti; tuttavia in genere ha dimensioni più limitate (massimo 300 litri) anche se sviluppandosi in verticale occupa meno spazio.

Il congelatore a cassetti dall’esterno appare quindi come un normale frigorifero, e all’interno è invece un freezer organizzato in cassetti di diverse grandezze che consentono di ospitare carne, pesce, pane, sughi e molto altro cibo surgelato di ogni tipo.

La propagazione del freddo, in un congelatore a cassetti, avviene per mezzo di alcune serpentine che sono distribuite nei vari cassetti per fare sì che il freddo sia sempre omogeneo e ben distribuito in tutta la struttura verticale.

I vantaggi di un freezer verticale sono diversi; permette di separare più cibi in modo molto organizzato (ad esempio un cassetto per i gelati, uno per le verdure, uno per la carne, uno per il pesce e via dicendo).

I cassetti sono in genere in plastica trasparente che consente di poter vedere il cibo immediatamente e di capire che cosa contengono.

Il congelatore a cassetti sfrutta quindi il 100% del volume dichiarato in eticetta, anche se lo svantaggio consente invece nel fatto che l’apertura frontale di questo freezer verticale fa disperdere più energia rispetto ad un normale freezer a pozzetto.

Ma come si sceglie un prodotto di questo tipo? Come sempre, il mercato offre una vasta scelta e quindi nella selezione del modello migliore è opportuno tenere conto di alcuni aspetti diversi.

Come scegliere il congelatore a cassetti

Capacità. La prima riflessione da effettuare è quella della capacità del congelatore a cassetti, cioè della quantità di cibo che può conservare, che viene espressa in litri. Se si tratta di una famiglia, si avrà bisogno ovviamente di più spazio.

Tenete conto che sotto questo punto di vista, potete scegliere fra modelli diversi: ci sono quelli più piccoli, ma anche modelli da ben 300 litri che sono adeguati per una famiglia da 5-6 persone (stimando una media di 50 litri a persona).

Un congelatore a cassetti può avere diverse dimensioni ed altezze, si va da quello alto 80 cm a quello alto 180 cm circa.

Attenzione anche allo spessore delle pareti, che condiziona l’isolamento del congelatore a cassetti e di conseguenza anche la sua efficienza.

  • Le stelle permettono di capire a quale temperatura minima al massimo può arrivare il congelatore a cassetti. A quattro stelle, la scelta migliore, consente di poter raggiungere i -24 e fino ai -30 gradi, che è l’opzione che consente un congelamento rapido assai efficiente, con minimo dispendio energetico e che non abbassa la temperatura del congelatore a cassetti ogni volta che si inseriscono dei nuovi cibi freschi da surgelare.
  • Classe energetica. Qualsiasi tipo di congelatore si scelga, la scelta della classe energetica è ovviamente fondamentale. La classe energetica, che viene riportata in una piccola etichetta esplicativa, permette di sapere quanto è efficiente il congelatore a cassetti dal punto di vista energetico e quindi quanto si risparmierà in bolletta. L’etichetta è stata inserita dalla legislazione europea e in Italia sono obbligatorie dal 1998, con una classificazione che va da un minimo di G ad un massimo di A++++. La massima classe energetica, la A+++, consente risparmi fino al 60% in bolletta, un minimo impatto ambientale e un risparmio stimato di circa 25-50 euro. Un elettrodomestico più efficiente ha un costo iniziale più alto, ma che diventa poi un vantaggio organizzativo e anche dal punto di vista della gestione del risparmio energetico. Attenzione anche al consumo energetico, che si esprime in quantità di kWh all’anno. Una lettura attenta dell’etichetta ci consente di poter sapere in anticipo quanto spenderemo per il nostro congelatore a cassetti e che tipo di efficienza energetica ci può garantire.
  • Consumo annuo in corrente. Il consumo di kWh per anno è un altro elemento che viene indicato nell’etichetta, assieme alla classe energetica. I modelli di congelatore orizzontale eccessivamente leggeri sono quelli che disperdono il freddo più velocemente e comportano maggiori consumi. Infatti essi sono dotati di pareti troppo sottili per poter garantire una buona coibentazione ed isolamento. Meglio optare per un congelatore orizzontale dotato di un sistema robusto.
  • Rumorosità. La rumorosità del congelatore orizzontale è un altro elemento da considerare nella scelta. Spesso non si tiene conto di questo fattore, ma la rumorosità di un freezer non è di secondaria importanza, soprattutto se si pensa che questo elettrodomestico è in funzione 24 ore su 24. Dovete preoccuparvi della quantità di dB emessi dal congelatore orizzontale soprattutto se si trova abbastanza vicino alla cucina, al soggiorno o alla camera da letto: tenete conto, nella scelta, che 30 dB è un modello molto silenzioso, uno più rumoroso sui 90 dB. La rumorosità è indicata assieme alla classe energetica.
  • Marchio IMQ. Si tratta di un marchio non obbligatorio, infatti è facoltativo. L’inserimento di questo marchio nell’etichetta del vostro congelatore orizzontale è una garanzia in più di qualità e certificazione del prodotto.