Migliori congelatori orizzontali

Congelatore orizzontale: guida alla scelta

Il congelatore orizzontale, noto anche come congelatore a pozzetto, consiste in un prodotto che è deputato al congelamento dei cibi in modo da favorire una loro più lunga conservazione.

Un prodotto di questo tipo è molto diffuso nelle case, anche se meno di quello verticale: in particolare il c.d. congelatore orizzontale è una soluzione che si rivolge soprattutto a chi abbia la necessità di conservare grandi quantità di cibo per lungo tempo. Ad esempio, un congelatore orizzontale è indicato soprattutto per famiglie numerose, piccole attività imprenditoriali e di ristorazione, bar e via dicendo.

Ma può andare bene anche per famiglie non numerose, purché abbiano spazio a sufficienza e purché vogliano conservare grandi quantità di cibo.

Il congelatore orizzontale è una soluzione pratica ed efficace per conservare ed organizzare quantità medio-grandi di cibo. Occupano mediamente un po’ più di spazio rispetto ai congelatori verticali, ma si tratta comunque, come vedremo, di modelli che hanno dei grossi vantaggi.

La capienza, in primis, ma anche una minore esposizione dei cibi agli sbalzi di temperatura e di conseguenza una loro maggiore protezione.

Vantaggi del congelatore orizzontale

Il congelatore orizzontale ha alcuni vantaggi rispetto – ad esempio – al classico modello verticale.

Innanzitutto il congelatore orizzontale consente di poter conservare una quantità di cibo davvero superiore rispetto a quella di un prodotto verticale: la struttura a pozzetto, infatti, consente di immagazzinare grandi quantità di cibo di ogni tipo e questo consente una conservazione per un grande periodo di tempo.

Un congelatore orizzontale è anche più capiente, e di conseguenza può raggiungere una capacità di 500-600 litri (adeguato per una famiglia di 10-12 persone) mentre un modello verticale raggiunge in genere al massimo i 300 litri.

Non solo. Un modello a pozzetto consuma anche meno energia, e di conseguenza ha anche un impatto positivo sulla bolletta. Lo scambio fra aria e fredda infatti diminuisce notevolmente con l’apertura di un congelatore orizzontale che è dotato di una sola anta superiore, mentre è molto più intenso nei modelli con anta laterale come quelli verticali.

Quindi un corretto uso di un congelatore a pozzo comporta una diminuzione dei consumi energetici, ovviamente che dipende anche dalla sua classe energetica (come vedremo, è un aspetto da tenere in considerazione nella scelta). L’organizzazione interna del congelatore orizzontale non è necessariamente penalizzata rispetto a quello verticale, se si opta per l’uso di cestelli e divisori.

Se quindi avete bisogno di stoccare quantità medio-grandi di cibo per lunghi periodi di tempo, un congelatore orizzontale è quello che fa al caso vostro: ce ne sono di diverse dimensioni e questo vi consente anche una maggiore scelta tenendo conto anche delle vostre disponibilità di spazio.

Infine, quando si opta per un congelatore orizzontale è bene fare in modo che il congelatore sia posizionato su un piano senza dislivelli, per evitare appunto aperture accidentali o problemi nella chiusura del freezer, a lungo termine. 

Scelta del congelatore orizzontale

  • La capienza è un altro elemento fondamentale, ovviamente, soprattutto se teniamo conto del fatto che la maggior parte delle persone che sceglie un freezer a pozzo ha bisogno di stoccare quantità medio grandi di cibo e di conseguenza ha bisogno di uno spazio grande. In generale, per misurare la quantità di spazio nei freezer si tiene conto di una media di 50 litri a persona. Un congelatore orizzontale può contenere anche 500-600 litri, sufficienti per una famiglia di 10 persone, ma ci sono anche modelli da 100 litri, adatti per una seconda casa o per 1-2 persone. 

La capienza è un dato che è possibile desumere dall’etichetta energetica o c.d. energy label.

  • Classe energetica. La scelta della classe energetica di un congelatore orizzontale e di un elettrodomestico in generale è fondamentale. Da questo parametro, che è riportato per legge sull’etichetta energetica, potete desumere l’efficienza energetica del modello e di conseguenza anche i maggiori o minori consumi per ciò che riguarda il congelatore orizzontale. Il modello migliore è A+++, quello più efficiente, che consente di risparmiare qualche decina di euro l’anno sulla bolletta. Ovviamente un modello con migliore efficienza energetica costerà di più, ma bisogna considerare i risparmi che consente a medio-lungo termine ed anche il minore impatto ambientale dello stesso; i modelli con classe A+ e superiori, sotto questo punto di vista, sono i più indicati. Tenete conto che un modello classe A+++ arriva a risparmiare anche il 60% di energia rispetto ad altri modelli, quindi sui 25-50 euro di bolletta ogni anno.
  • Numero di stelle. Il numero di stelle di un congelatore va da 1 a 4 e con essa si intende la temperatura minima massima che un congelatore orizzontale può raggiungere al suo interno e, di conseguenza, anche per quanto tempo si conserveranno i cibi. Una stella significa massimo -6 gradi, due stelle -12, tre -18, e quattro da -24 a -30 gradi. La scheda tecnica indica questo importante valore: tenete conto che solamente al massimo delle stelle, cioè 4, corrispondenti a -30 gradi, è possibile congelare rapidamente e sicuramente il cibo. 
  • Tenete conto anche del sistema di congelamento rapido che è una soluzione che si adatta soprattutto a chi abbia bisogno di congelare velocemente i cibi freschi, senza compromettere la temperatura interna del congelatore orizzontale. In questo caso il termostato elettromeccanico che consente di regolare bene la temperatura interna calcola anche la quantità di cibo presente nel congelatore orizzontale. I costi in questo caso salgono ma senza dubbio anche l’efficienza del freezer.
  • Sistema no-frost. Il sistema in questione evita la fastidiosa formazione della brina, che toglie spazio dal congelatore orizzontale e che può contaminare i cibi. Una funzione davvero comoda che permette di pulire automaticamente dalla brina e dal ghiaccio il vostro freezer. 
  • Autonomia in caso di blackout. I salti della corrente elettrica possono avvenire, ma è bene cercare di prevenirli. Se un congelatore orizzontale rimane senza corrente elettrica, soprattutto se non avete possibilità di accorgervene ad esempio perché vi trovate fuori casa, il cibo rischia di rovinarsi e deteriorarsi. Alcuni modelli di freezer a pozzetto sono dotati di un sistema di autonomia energetica anche di diverse ore che consente di mantenere in autonomia la temperatura prestabilita all’interno del congelatore orizzontale anche in caso di blackout. Si tratta di una funzione aggiuntiva davvero interessante e che vi consigliamo di prendere in considerazione.